.
Annunci online

fenomenologia del mio cervello in movimento
Scoperte
post pubblicato in Politica, il 24 marzo 2009
Ho scoperto a Palermo un bel posto. Si chiama Left, è pieno di bella gente ed è uno spazio aperto a tutti.
Il Left si trova all'angolo tra Via Roma e Via Vittorio Emanuele: ci fanno mostre, riunioni, proiezioni, performance artistiche e feste.
E domani, alle 21.oo ci sarà anche l riunione della sinistra palermitana. Così, chi vuole si arricampa.
Un bel modo, un bel posto. Secondo indiscrezioni, ai partecipanti non viene chiesto nulla. Ma proprio Nulla.
Niente euro simbolico, niente liste, niente voti. Niente banalità.
Solo idee. perchè quelle si che servono, per rimettere in piedi la sinistra in Italia.
Quindi, chi avesse un'idea di sinistra che gli avanza e proprio non sa dove metterla, può portarla al Left. Domani sera, alle 21.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. left palermo sinistra libertà

permalink | inviato da simonamelani il 24/3/2009 alle 18:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
"Vati wars"
post pubblicato in Politica, il 4 gennaio 2009
La fantascienza è un genere davvero appassionante.
La pensa così anche il Vaticano, che evidentemente sta lanciando una sua produzione fantascientifica.
Non si sa ancora molto del film "made in vaticano".
Secondo indiscrezioni, la trama si snoderebbe intorno agli effetti devastanti provocati dagli ormoni messi in circolo nell'ambiente dalle donnacce che usano la pillola anticoncezionale. Tra questi, l'infertilità degli uomini (non fate quelle facce, è fantascienza)
Per movimentare la trama, ad un certo punto del film comparirebbero dei microembrioni, espulsi grazie alla pillola dall'utero delle malefiche megere. Tra le ipotesi formulate dagli appassionati del genere, i microembrioni potrebbero essere la vera chiave di volta del film.
Il cattivo del film, a quanto pare, dovrebbe essere Lula. Guardare per credere.
La trama completa la trovate qui.

vati wars - la guerra dei microembrioni


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vaticano lula pillola anticoncezionali

permalink | inviato da simonamelani il 4/1/2009 alle 20:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
La questione immorale
post pubblicato in Politica, il 7 dicembre 2008
La questione morale è una cosa seria.
Troppo seria perchè io pretenda di voler insegnare qualcosa a qualcuno.
Esiste in Italia anche una questione immorale.
Perchè è immorale che chi porta gli inquisiti e i condannati in Parlamento si erga a paladino della giustizia.
Perchè è immorale che in questo Paese non ci sia memoria, mai.
Perchè è immorale che ogni scusa sia buona per chiedere la riabilitazione di Bettino Craxi e l'istituzione dei beati martiri di Tangentopoli.
Perchè è immorale fare sciacallaggio così come fare finta di niente.
Perchè è immorale che non ci sia ancora una sollevazione popolare nei confronti di questi disonesti che ci prendono per i fondelli dalla mattina alla sera mentre una mano lava l'altra.

Servono regole serie per la definizione delle candidature. Serve la massima trasparenza negli uffici pubblici. Serve che gli italiani si diano una svegliata e che la smettano di gettare fango sulla poltiica salvo poi votare in massa il più ladro e mafioso di tutti.
Grillismo?
No, semplicemente... la questione morale passa da noi.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. questione morale pd pdl udc

permalink | inviato da simonamelani il 7/12/2008 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Il buio oltre la siepe
post pubblicato in Politica, il 19 ottobre 2008
Nella vita si può decidere tranquillamente di badare al proprio giardino, curandolo più o meno bene, sempre nella consapevolezza che il giardino è il nostro.
Si può anche decidere di curare solo il giardino collettivo, con conseguenze nobili, ma spesso disastrose per la propria vita personale.
Quello di cui non ci rendiamo conto è che molto spesso sacrificare anche solo una piccola parte di quello che per ora ci appare solo nostro è funzionale alla salvezza del nostro amato e piccolo giardino.

Sapere che a causa delle
proteste contro la legge 133 della minestra Gelmini possono saltare esami, sessioni di laurea e lezioni può infastidire molti e magari spingerli a non partecipare alla protesta. Molti si lamenteranno. Molti altri però stanno capendo che un piccolo sacrificio personale non è solo necessario al bene di tutti, ma anche al proprio piccolo e ormai famoso giardino.

Moltissimi studenti, a causa dell'aumento delle tasse - normale conseguenza dei tagli statali all'Università - non potranno più iscriversi all'università. Molti di questi, magari, sono gli stessi che si lamentano per la sospensione delle attività.
Io so per certo che, se non scenderò in piazza e non spiegherò a tutti quelli che conosco i devastanti effetti di questa riforma, se non mi opporrò con tutte le mie forze e i mezzi a mia disposizione insieme ad altre centinaia di migliaia di studenti, l'anno prossimo non avrò più lezioni da frequentare, esami da sostenere e via discorrendo.


Domani alle 9.00 io sarò davanti a Lettere, in Viale delle Scienze, per difendere il mio giardino e per scacciare quel buio che, purtroppo, comincio a vedere oltre la siepe.


I ragazzi italiani
post pubblicato in Politica, il 20 agosto 2008
Pessimisti, un po' bamboccioni, ma attenti alle questioni sociali e impegnati in politica.
Se non fosse perchè ormai bamboccioni ce lo dicono praticamente sempre, stenteremmo a credere che questa ricerca della Gallup commissionata dall'Ue parli di noi, giovani italiani tra i 15 e i 30 anni.
Insomma, non siamo totalmente degli idioti.
La ricerca è interessante e ci dipinge come i più impegnati in politica dell'intera Ue, con un alto tasso di iscrizione a partiti politici (11% a fronte della media europea del 5%) ma anche come i più pessimisti del Paese, più pessimisti dei nostri genitori e dei nostri nonni.
Insomma, emerge qualche elemento di novità.

Certo, a volte avere una tessera di partito in tasca a volte può creare dei problemi con la famiglia. O con i giudici. E se credevo di averli avuti io, i problemi con mamma e papà, per un'innocente tessera della Sinistra Giovanile quando avevo 16 anni, che dire di M.C.,
"pericolossimo" giovane estremista di sinistra, che proprio per il fatto di avere la tessera di Rifondazione in tasca, si è visto affidare al padre dal giudice, che ha ritenuto la madre incapace di badare alla sua educazione. Non ci credete? Leggete qui
Sfoglia gennaio       
calendario
cerca