.
Annunci online

fenomenologia del mio cervello in movimento
Il mio voto non è segreto
post pubblicato in Politica, il 12 aprile 2008

Domani si vota. Ieri è stata una giornata fantastica, il giro della provincia in poche ore, insieme a Tonino, Carmelo, Giovanni Panepinto e tutti i compagni e gli amici che hanno seguito e sostenuto fiancoafianco la campagna elettorale per Veltroni premier e Anna Finocchiaro presidente.
Penso di avere fatto la festa di laurea più pazza del mondo, in macchina in giro per la provincia e a fine serata a Montevago, con 150 amici e compagni da ogni parte della provincia. Una festa involontaria, ma pur sempre una grande festa, che ci ha dato la carica ancora una volta.

Domani si vota e io non ho nulla da nascondere: il mio voto non è poi così segreto.
Oggi abbiamo tempo di convincere altre 5 persone della bontà del voto per il PD.
Due anni fa la differenza tra centrodestra e centrosinistra è stata di 24.000 voti.
In media 3 voti per ogni comune italiano. Calamonaci come Palermo, Aprilia come Roma, Gaiole come Firenze.
3 voti. Per sicurezza cerchiamone 5 ciascuno, ancora 5 oltre quelli che abbiamo già trovato.
Il mio rammarico più grande è non potere votare per il Senato; per questo motivo ho "adottato" una decina di "nonni e nonne", ho parlato con loro e ho spiegato loro che il PD è un'investimento per un futuro più sereno per loro e per i loro nipoti. I voti al Senato sono fondamentali.
Domani si vota in Sicilia. È la partita della vita.
Anna Finocchiaro è l’antitesi del cuffarismo e del lombardismo. È una donna straordinaria, è l’unico ponte con l’Italia del quale abbiamo bisogno.
Alle regionali fortunatamente possiamo esprimere la preferenza. La mia andrà a Giovanni Panepinto, una persona capace, che ha dimostrato competenza amministrativa e politica. Una persona vera, che dopo una giornata di comizi  e iniziative ha passato la nottata con tanti ragazzi e ragazze a parlare, ridere e cantare. Una persona che ascolta.

Buon voto a tutti quelli che, per un motivo o per un altro passano da qui.
Votare è la conquista più bella che gli italiani abbiano mai ottenuto. Due anni fa, di fronte alla mia prima scheda elettorale per la camera mi sono emozionata. Quella scheda era davvero importante, a prescindere dal partito che ho scelto.
Domenica IO VOTO con tutte le mie forze.

Si può fare
post pubblicato in vecchie storie democratiche, il 26 marzo 2008

 Stasera, catapultata a sorpresa sul palco di Veltroni ad Agrigento.
Piazza Cavour stracolma, e una telefonata che arriva: Floriana (la ragazza che avrebbe dovuto presentare) non c'è. Non si trova, è in ritardo. Simona sali tu.

Salgo sul palco. "Te la senti?" mi dicono quelli dello staff di Veltroni. Io già saltellavo sul palco con il mio cartello verde.
I ragazzi di Montevago, di Sambuca, di Santa Margherita. Tutti. Sono statai la mia carica.

"caro Walter, cara Anna, siamo stanchi di essere l'ultima provincia d'Italia in tutte le graduatorie. Bisogna cambiare. Non solo si può fare, ma si deve fare"

Sono stanca, ma ancora emozionata. E non solo perchè mi sono ritrovata con i capelli all'aria e la faccia distrutta sul palco. Ma perchè dall'alto ho visto migliaia di facce cariche. Convinte.
Anna mi abbraccia. Walter mi chiede cosa faccio nella vita. Rischio di precipitare dal palco un paio di volte, ma non è il momento di morire.

Finisce tutto. Domani ci sarà qualche foto sparsa sul web e qualche servizio in tv.

Mille abbracci alla fine del comizio.
Grazie Silvia, per avermi detto sali tu.
Grazie Carmelo, per aver avuto il tempismo perfetto, per avermi lanciata sul palco.
Grazie Tonino, per l'abbraccio fortissimo quando sono scesa dal palco, confusa.
Si può fare.  E non solo perchè una spiantata come me sale sul palco.
Ma perchè gli anni che ho passato a dire, fare, creare in questa provincia mi sono serviti a non farmi prendere dall'emozione e a capire che non è stato solo un gran momento per me, ma per tutti i ragazzi e le ragazze con i quali ho condiviso un percorso e che stasera erano felici come se sul palco ci fossero loro.

Cose che capitano
post pubblicato in Diario, il 21 febbraio 2008

Capita che De Mita, deciso " a morire comiziando" se ne vada dal Partito democratico, indignato dal fatto di non essere messo in lista e dimentico del fatto che in Parlamento lui ci sta da 44 anni. Vedere per credere.
Capita anche che gli si dica semplicemente arrivederci. Alla faccia di chi diceva che il PD non è un partito nuovo e innovativo. Poca cosa, forse, l'addio di De Mita. Ma secondo me no.

Capita che in Siclia qualcuno adori i suoi sostenitori e ami tanto tanto la sua terra da candidarsi anche contro la sua coalizione. Grazie Gianfranco, ti adoriamo anche noi! (no, no, scherzo!)
Capita che il centrosinistra abbia una candidata straordinaria.
E che noi la sosteniamo. Su un blog nato per gioco, ma che ora vuole diventare una cosa seria. basta registrarsi, mandare dei contributi o semplicemente la propria adesione.
PER ANNA PRESIDENTE!


Da un po' di tempo l'oroscopo di paolo fox (l'unico che ci azzecca) mi predice ottime cose, specie per il mese di aprile. io un po' ci sto cominciando a credere.

Che ne dite???
post pubblicato in Politica, il 19 febbraio 2008
La giostra
post pubblicato in Politica, il 18 febbraio 2008

La campagna elettorale è iniziata. La campagna elettorale per le politiche, per le regionali, per le provinciali.
La campagna elettorale, così come la politica italiana, è una giostra, bisogna stare attenti a non farsi prendere troppo e rimanere comunque coi piedi per terra.
E in questa giostra c'è un giostraio che a più di 70 anni, si candida per la quinta volta alla presidenza del consiglio. E qualcun altro che ha i piedi per terra e ha delle proposte vere per il Paese, qualcuno che invece della giostra ha scelto un pullman verde ed ecologico.

E dopo tanti anni la giostra comunque sta cambiando senso di marcia.
Il PD ha sconquassato il sistema politico italiano perchè ha spinto, volenti o nolenti, tutti i partiti non ad allearsi, ma a fondersi, semplificando il sistema.

Il PD rischia seriamente di sovvertire la politica siciliana, perchè Anna Finocchiaro rappresenta la novità, la pulizia della politica, le donne vere e non quelle tirate fuori solo in campagna elettorale. Perchè il ticket con la Borsellino rafforza il progetto e ne completa il quadro.
Con Walter e con Anna si può fare.



Sfoglia marzo        maggio
calendario
cerca